DONA ORA
Sightsavers Reports

Criscent vede il mondo per la prima volta

agosto 2016
Un bambino con gli occhiali guarda fuori dal finestrino di un'auto

Criscent vive con sua nonna in una fattoria dell’Uganda e finora non ha avuto una vita facile.

Abbandonato dalla mamma e completamente cieco fin dalla nascita, ben presto si è scoperto che aveva la cataratta a tutti e due gli occhi.

Avrebbe dovuto essere operato subito, ma sua nonna non poteva permettersi di sostenere i costi dell’operazione.

Arrivato a 6 anni di età, bisognava intervenire urgentemente: quando la cataratta colpisce i bambini piccoli, infatti, non permette il normale sviluppo del sistema neurologico per l’elaborazione delle immagini. Dopo gli 8 anni, il cervello smette di imparare a vedere.

E’ quindi necessario che l’operazione avvenga prima che sia troppo tardi, quando si è ancora in tempo perchè il sistema neurologico visivo possa svilupparsi correttamente.

un uomo visita gli occhi di un bambino con la lente

Criscent era molto emozionato all'idea di tornare a vedere

Ma un giorno sua nonna ha sentito parlare di Sightsavers e finalmente, grazie alla generosità dei nostri sostenitori, Criscent è stato operato al Ruhuro Eye Hospital di Mbarara.

Prima dell’operazione, ha avuto una reazione solo quando il dottore gli ha puntato la torcia direttamente negli occhi: vedeva a stento il raggio di luce.

Era molto emozionato all’idea dell’operazione, il che succede raramente quando i bambini sono così piccoli. Quando gli abbiamo chiesto cosa sperava che sarebbe successo dopo l’intervento, lui, non avendo idea di cosa significasse vedere, ha risposto: “Un po’ di luce in più”.

L’operazione è stata un successo e appena dopo che gli sono state tolte le bende Criscent ha giocato a calcio e a frisbee per la prima volta in assoluto nella sua vita. Probabilmente vedeva ancora tutto un po’ annebbiato, ma era così felice di vedere!

Quando Criscent ha indossato gli occhiali era così felice!

Il dottore aveva detto che probabilmente Criscent avrebbe potuto recuperare solo il 50% della sua vista essendo stato portato in ospedale quando il suo sistema neurologico visivo era già in parte compromesso.

In realtà, dai controlli successivi all’operazione, è stato possibile verificare che i suoi occhi sono guariti molto bene e il suo campo visivo è normale, sebbene abbia l’astigmatismo e l’ambliopia (occhio pigro).

Criscent ha anche ricevuto degli occhiali e quando li ha indossati era talmente felice di vedere bene che continuava a girarsi dappertutto per guardare tutti.

Quando è tornato a casa in macchina, ha passato tutto il tempo a guardare il paesaggio che scorreva dal finestrino.

Una mano guida quella di un bambino mentre prova a scrivere con un gessetto su una tavola di legno

Con 105 euro puoi operare di cataratta un bambino come Criscent

Criscent adesso è un bambino felice e fiducioso che può mangiare, vestirsi da solo e giocare con i suoi amici. Ma c’è ancora molto da fare.

Tanti, troppi bambini come lui aspettano ancora il loro Miracolo ed è fondamentale intervenire in tempo, prima che perdano per sempre la possibilità di guarire!

Con 105 euro puoi donare l’operazione di cataratta ad un bambino come Criscent e con 35 euro quella per un adulto.

Un bambino con gli occhiali scuri sorride

Criscent guarda il mondo con occhi nuovi e sorride felice al futuro che lo aspetta.

Un bambino con gli occhiali scuri sorride

Salva un bambino come Criscent dalla cecità

DONA ADESSO

Leggi altre storie di speranza

Primo piano di Mamauda
Sightsavers stories

La storia di Mamauda

Mamauda è un volontario per la distribuzione dei farmaci contro la cecità dei fiumi. Una volta era malato anche lui, ma ora vuole prendersi cura degli altri.

luglio 2019
Two young girls sitting together and smiling.

La storia di Seynabou

Quando aveva circa due anni, i genitori di Seynabou si accorsero che aveva un problema alla vista. Oggi grazie a voi va a scuola e ha un futuro davanti a sè.

giugno 2019
A man smiles, wearing a yellow Sightsavers tshirt.

La storia di Givemore

Givemore, infermiere dello Zimbabwe, si reca nei villaggi più remoti per salvare i bimbi, le mamme, i papà dal tracoma e si assicura che tutti vengano curati.

giugno 2019