DONA ORA
Sightsavers Reports

Il vostro meraviglioso segno nella vita di Polok

Un bambino e una donna sorridono insieme.

La generosità dei nostri donatori ha guarito, curato, istruito, formato, realizzato strutture mediche e reso felici un incalcolabile numero di persone.

E Polok, un bimbo di 9 anni del Bangladesh, è una di queste persone. La sua storia a lieto fine è solo una delle belle storie che il cuore dei nostri donatori ha reso possibile.

Polok è cieco a causa della cataratta, sempre corrucciato e e affaticato dal tentativo di capire cosa succede attorno a lui perchè non riesce a vedere. Intorno a lui solo un mondo di buio e solitudine.

Il suo papà Tariqul è un piccolo agricoltore e la famiglia è estremamente povera; non avevano nessuna conoscenza dei problemi di vista, così è solo quando Polok ha cominciato a imparare a leggere e a scrivere che si sono resi conto di quanto poco ci vedesse.

Polok era sempre più infelice perchè non ci vedeva

“Quando leggeva tenendo il suo libro attaccato alla faccia gli dicevo: perchè fai così? E lo rimproveravo, non riuscivo a capire che c’era un problema. Ma gradualmente ho capito che c’era e ho insistito con suo padre per avere un consulto con il medico“, dice sua mamma Hasna.

Anche a scuola veniva rimproverato e sgridato perchè non vedeva l’alfabeto sulla lavagna e le cose scritte nel suo libro. Polok era sempre più infelice e come lui tutta la famiglia.

La sua mamma un giorno scoppiando a piangere ha detto al papà: “Sono così preoccupata per lui. Sono sempre tesa, in qualsiasi modo, con qualsiasi mezzo lo dobbiamo curare e ridargli la vista.”

Ma loro sono poverissimi e non si possono permettere di sostenere le spese di una operazione. Allora hanno chiesto aiuto al cugino Sisan che stava studiando per diventare medico. E’ stato proprio lui a chiedere a Sightsavers se poteva aiutare il piccolo Polok.

“Sarò così felice quando potrà vedere di nuovo”

Grazie ai nostri donatori i costi sono stati coperti da Sightsavers e in pochi giorni la famiglia era già in viaggio verso l’ospedale di Khulna a quattro ore di distanza, dove a Polok è stata diagnosticata la cataratta bilaterale da operare subito.

“Sarò così felice quando potrà vedere di nuovo dopo l’operazione”, dice Hasna, “La vista è la cosa più importante per un essere umano, se non c’è vista non puoi essere  indipendente”.

Quando è stato il suo turno per entrare in sala operatoria ha seguito obbediente l’infermiera attraverso le doppie porte mentre i suoi genitori si sono preparati ad aspettare ansiosi ed impauriti perché fino al giorno successivo non si sarebbe saputo l’esito dell’operazione.

Il giorno dopo gli hanno tolto le bende e la tensione era altissima in tutti i membri della famiglia ma poi un enorme sorriso di felicità è apparso: Polok ci vede!

“Voglio leggere e andare a giocare!”

A casa, pochi giorni dopo Polok felice esclama: “Ora posso vedere meglio. Voglio leggere e andare a giocare! Voglio giocare con le automobiline.

Ed eccolo che subito corre fuori tutto allegro e in questa sua corsa si legge tutta la felicità di un bambino che va verso la nuova vita che i nostri donatori gli hanno regalato.

Donatori che hanno lasciato un meraviglioso segno nel suo mondo.

Anche tu puoi aiutare un bambino come Polok  e lasciare un segno anche nella sua vita. Con €105 puoi regalargli l’operazione di cataratta e permettergli di tornare a vedere. DONA ORA!

Un gruppo di persone della setssa famiglia guardano davanti a loro.

Nel volto di Polok si legge tutta la felicità di un bambino che va verso la nuova vita che i nostri donatori gli hanno regalato.

Un gruppo di persone della setssa famiglia guardano davanti a loro.

Lascia il tuo segno nella vita di un bambino

DONA ORA

Leggi altre storie di speranza

Mary uses her surroundings to guide her round her village in Malawi.

Salva Mary dalla cecità

Mary ha dieci anni ed è cieca a causa della cataratta. La sua mamma Martha è preoccupata: come farà Mary quando lei non ci sarà più? Dona oggi e salva Mary dalla cecità!

Sightsavers Reports

La storia di Isah

Isah ha il tracoma. Non riesce più a tenere gli occhi aperti per il troppo dolore. Ha bisogno di un intervento chirurgico per non diventare cieco. Aiutalo oggi!

A surgeon dressed in scrubs prepares for theatre
Sightsavers Reports

La storia di Elizabeth

Dieci anni fa la contea del Turkana in Kenya aveva un'altissima presenza di tracoma. Ora grazie a operatori sanitari come Elizabeth il numero di casi è crollato.