DONA ORA
Sightsavers Reports

“Ho un sogno: smettere di soffrire, non diventare cieca”

settembre 2017
Una bambina tra le braccia della sua mamma sta per ricevere le medicine da un uomo.

Malilo è una bella bimba di tre anni che vive in Zambia e ha il tracoma, una dolorosissima infezione agli occhi che se non curata in tempo porta alla cecità.

I suoi occhi sono congestionati e gonfi a causa della continua lacrimazione, perennemente circondati da mosche attratte dalle lacrime che non si possono fermare a causa della malattia.

Malilo ha solo tre anni ma la sua vita si è già spenta in un buio pieno di dolore. Non gioca, non ha amici e non può fare niente perchè non vede e per lei tutto è paura e pericolo. Il villaggio dove vive è uguale a tanti altri della sua terra desolata. Poverissime case di paglia sperdute nel nulla, immerse nella polvere e nella atroce secchezza di una terra arida.

Luoghi dove non ci sono strade, non c’è respiro ma soprattutto non c’è acqua e anche le minime norme igieniche non sono possibili.

Un gruppo di persone sedute fuori stanno aspettando la visita agli occhi nel villaggio.

Malilo vive un tormento indescrivibile

Gente che non ha realmente nulla se non uno scenario di fatica e sofferenza; vivere qui è come vivere all’inferno, circondati da un calore malato, mosche insistenti e malattie terribili.

Luoghi dimenticati dove Malilo vive un tormento indescrivibile. Anche le sue notti sono un vero incubo perché gli occhi le bruciano tanto e lei continua a grattarsi peggiorando il loro stato e non smette mai di piangere.

Chimbali, la mamma di Malilo, è una ragazza madre con altri cinque figli a cui badare.

 

Una bambina si tiene a sinistra accanto a una donna davanti ad un albero.

La sua mamma ha sempre pensato che non si potesse fare nulla per lei

Lavora nei campi per poter dare da mangiare ai suoi piccoli ma il pensiero di Malilo non la abbandona mai e lei non ha mai un attimo di tregua.

È dalla nascita che Malilo ha problemi agli occhi e Chimbali ha sempre pensato che non potesse fare nulla per lei e non la ha mai portata da un dottore.

Giorno dopo giorno, battito di ciglia dopo battito di ciglia, la sua malattia peggiora e se non si interviene con urgenza, diventerà irrimediabilmente cieca per sempre.

“Ho un sogno. Smettere di soffrire. Non diventare cieca.” Questo sogno è il grido disperato di Malilo.

Una bambina a destra è tenuta in braccio dalla sua mamma a sinistra.

La speranza siete voi donatori

Un sogno che tu puoi realizzare. Una bambina che tu puoi salvare.

Per Malilo e gli altri bambini che vivono nel suo villaggio la speranza siete voi donatori. Solo voi potete salvarli. Ma dovete farlo subito, prima che il tracoma arrivi al suo stadio terminale (la trichiasi) e li renda cieche per sempre.

  • con 27 euro puoi far operare di trichiasi tre bambini come Malilo
  • con 20 euro puoi proteggere con l’antibiotico 10 famiglie
  • con 84 euro puoi garantire la visita agli occhi per 50 persone in un villaggio

Dona adesso!

Una donna sta asciugando il naso della sua figlia che tiene in braccio.

Se non si interviene con urgenza, Malilo diventerà cieca per sempre.

Una donna sta asciugando il naso della sua figlia che tiene in braccio.

Salva una bambina come Malilo dal tracoma

DONA ORA

Leggi altre storie di speranza

Due fratellini con il volto sporco e pieno di mosche negli occhi guardano la fotocamera.

Tu fai la differenza contro il tracoma

Inutu, Sililo e Maimbolwa sono tre fratellini di uno sperduto e povero villaggio dello Zambia. I piccoli soffrono le pene dell’inferno a causa del tracoma.

gennaio 2018
Una bambina sta guardando davanti a sè.
Sightsavers Reports

La storia di Muslima

Muslima è una bella bimba del Bangladesh di 8 anni con la cataratta. I nostri donatori hanno scritto un miracolo nella sua vita e le hanno regalato la vista

dicembre 2017
Un mamma sdraiata guarda il suo bambino steso al suo fianco con la benda sull'occhio.
Sightsavers Reports

La storia di Roni

I bambini con la cataratta devono essere operati tempestivamente o rischiano di non recuperare più la vista. Roni è uno di loro e aspetta il suo miracolo.

novembre 2017