DONA ORA

Republic of Congo

Il lavoro di Sightsavers nella Repubblica del Congo si concentra sulla prevenzione della diffusione di malattie tropicali trascurate come la cecità dei fiumi, distribuendo trattamenti alle persone a rischio.

A man is holding up a test tube with dirty water and flies in it,

Malattie come la cecità dei fiumi sono endemiche in Repubblica del Congo, dove circa 518.000 persone necessitano di farmaci per proteggersi da questa malattia che causa cecità.

La cecità dei fiumi, una delle condizioni conosciute come malattie tropicali neglette (NTD), è diffusa dal morso di mosche nere infette che si riproducono nei pressi di fiumi a flusso rapido. La malattia può causare grave irritazione e prurito. Se non viene trattata, alla fine può portare alla cecità.

Sightsavers e i suoi partner lavorano per eliminare la cecità dei fiumi nel paese distribuendo farmaci per proteggere e curare la malattia, oltre a migliorare la qualità del trattamento formando operatori sanitari e volontari per la distribuzione dei farmaci nella comunità.

Focus

Totale populazione
  • 5.1 milioni

  • Ci occupiamo di:
  • Cecità dei fiumi

  • I nostril programmi
  • Un miliardo di trattamenti

  • La tua donazione può salvare la vista di un bambino

    DONA ADESSO

    Altre notizie dall'Africa

    sightsavers_news

    I tuoi chirurghi del cuore in Zambia

    Sono sette i nuovi chirurghi formati in Zambia per operare i pazienti affetti dal tracoma, in un paese dove il 20% della popolazione vive in aree a rischio.

    ottobre 2019
    Sightsavers surgeon Aliyu smiles with a group of children.
    Sightsavers Reports

    La storia di Aliyu

    Aliyu chirurgo oftalmico in Nigeria, per curare il tracoma ha inventato un trucco che riesce ad invogliare i bambini farsi visitare gli occhi.

    un uomo seduto difornte a casa sua.
    Sightsavers Reports

    La storia di Mamodu

    Mamodu vive in Ghana. E' diventato cieco a causa della cecità dei fiumi e ora dipende dall'aiuto di suo nipote Kwane che devo provvedere a lui e ai suoi tre bambini.

    Lavoriamo in oltre 30 paesi tra i più poveri del mondo

    Dove lavoriamo