DONA ORA

Repubblica del Congo

Il lavoro di Sightsavers nella Repubblica del Congo si concentra sulla prevenzione della diffusione di malattie tropicali trascurate come la cecità dei fiumi, distribuendo trattamenti alle persone a rischio.

A man is holding up a test tube with dirty water and flies in it,

Malattie come la cecità dei fiumi sono endemiche in Repubblica del Congo, dove circa 1 milione di persone necessitano di farmaci per proteggersi da questa malattia che causa cecità.

La cecità dei fiumi, una delle condizioni conosciute come malattie tropicali neglette (NTD), è diffusa dal morso di mosche nere infette che si riproducono nei pressi di fiumi a flusso rapido. La malattia può causare grave irritazione e prurito. Se non viene trattata, alla fine può portare alla cecità.

Sightsavers e i suoi partner lavorano per eliminare la cecità dei fiumi nel paese distribuendo farmaci per proteggere e curare la malattia, oltre a migliorare la qualità del trattamento formando operatori sanitari e volontari per la distribuzione dei farmaci nella comunità.

Focus

Totale popolazione
  • 5.3 milioni

  • Ci occupiamo di:
  • Cecità dei fiumi

  • I nostri programmi
  • Un miliardo di trattamenti

  • La tua donazione può salvare la vista di un bambino

    DONA ADESSO

    Altre notizie dall'Africa

    Quattro maratoneti mostrano la medaglia dopo la maratona
    sightsavers_news

    Torna a correre con noi alla Milano Marathon 2022!

    Ci siamo, tutto ricomincia. La Milano Marathon torna nella primavera 2022! Torna a correre con noi per fermare il trecoma.

    ottobre 2021
    Sightsavers Reports

    La Storia di Ibrahim

    Ibrahim è un tecnico oculista della Sierra Leone, impegnato nella lotta contro il tracoma. Il suo è un compito impegnativo e difficile, ma indispensabile.

    miriam a scuola
    Sightsavers Reports

    La Storia di Mariam

    Mariam è una bimba ipovedente di 9 anni che vive in Mali. Dopo un inizio infelice in una scuola dove era emarginata, è entrata a far parte di un progetto di educazione inclusiva.

    Lavoriamo in oltre 30 paesi tra i più poveri del mondo

    Dove lavoriamo