DONA ORA

"Se fermiamo il tracoma, i bimbi avranno un futuro"

giugno 2019

È difficile non sorridere quando si parla di Givemore Mafukidze. Il suo atteggiamento positivo mette immediatamente le persone a proprio agio, il che lo rende perfetto per il suo lavoro.

“Lavoro come infermiere oftalmico da circa 10 anni”, ci dice. “desideravo lavorare per poter salvare la vita delle persone, poi ho sviluppato un interesse per la salute degli occhi perché avevo membri della famiglia che avevano problemi alla vista. Ma non riuscivo a capire quale fosse il problema, quindi ho dovuto approfondire il tema della salute degli occhi. ”

Ogni giorno Givemore visita villlaggi sparsi per il distretto di Mbire in Zimbawe, dove svolge campi visite per controllare la diffusione del tracoma nelle comunità locali. La maggior parte di queste non ha accesso all’acqua pulita e questa mancanza di servizi igienico-sanitari significa che l’infezione da tracoma si diffonde più facilemente tra le persone.

Campi visite per controllare la diffusione del tracoma

Durante le sue visite nelle zone rurali, Givemore è sempre attento ad assicurarsi che tutti siano stati sottoposti alla sua visita, anche i bambini piccoli che cercano di allontanarsi o che si nascondono dietro i loro amici. Indica i bimbi nascosti e li chiama con un sorriso e uno scherzo per fargli passare la paura.

“Un bambino con il tracoma, se la malattia non viene curata, sai che ad un certo punto nel tempo diventerà cieco,” ci racconta con preoccupazione, “e se un bambino diventa cieco, è un peso per la sua famiglia, per la comunità, per la nazione. Mi rende molto felice vedere un bambino con il tracoma che viene curato perché conosco l’impatto che avrà sulla vita, il benessere e la salute del bambino. So per certo che lui avrà un futuro migliore”.

primo piano di Givemore che sorride.

Raggiungere le comunità più remote

Persino su una strada praticamente nel nulla, fra un villaggio e un altro, è capitato che lui si fermasse davanti a un piccolo gruppo di persone in piedi tra i cespugli. Questa sorta di campo visite improvvisato su strada funziona: il suo lavoro efficiente fa sì che vengano identificate più persone con il tracoma, che potranno ricevere le cure immediatamente.

Givemore è pieno di speranze per il futuro ed è convinto che la nostra campagna Ferma il tracoma per sempre eliminerà definitivamente questo flagello dal suo paese.

“Se avremo più programmi come questo, sono sicuro che sarà eliminato”, dice con convinzione, “sono molto felice che Sightsavers stia supportando la lotta al tracoma. Siamo fortunati ad avervi con noi perché ci state aiutando molto nell’eliminazione del tracoma”.

"Ridare la vista a un bambino è la parte migliore di questo lavoro."

Scopri il nostro progetto per sconfiggere il tracoma

Ferma il tracoma per sempre

Altre storie di speranza

Primo piano di Mamauda
Sightsavers stories

La storia di Mamauda

Mamauda è un volontario per la distribuzione dei farmaci contro la cecità dei fiumi. Una volta era malato anche lui, ma ora vuole prendersi cura degli altri.

luglio 2019
Two young girls sitting together and smiling.

La storia di Seynabou

Quando aveva circa due anni, i genitori di Seynabou si accorsero che aveva un problema alla vista. Oggi grazie a voi va a scuola e ha un futuro davanti a sè.

giugno 2019
Sightsavers stories

La storia di Zuhura

Zuhura è una bella bimba di sei anni della Tanzania. A causa del tracoma, gli occhi le fanno tanto male, prudono e la luce le da fastidio, ma grazie a voi è stata curata.

giugno 2019