DONA ORA
Sightsavers Reports

In Kenya una scuola di informatica per persone con disabilità

Lanciata nel 2021, la IT Bridge Academy offre conoscenze e l'esperienza pratica necessarie per competere nel mondo del lavoro, così da dare un futuro migliore a tanti ragazzi.

Students sit in front of laptops at desks in a classroom. In the foreground, a teacher stands next to a student, giving instruction.

La IT Bridge Academy è una scuola di informatica pensata per formare le persone con disabilità in Kenya.

Questo programma consente loro di accedere alla formazione informatica, fornendo le conoscenze e l’esperienza pratica necessarie per competere nel mondo del lavoro.

Tutti gli studenti hanno superato gli esami e verranno impiegati in uno stage di sei mesi presso Safaricom, il più grande fornitore di rete mobile in Kenya.

Per loro, grazie al sostegno dei nostri donatori, la vita è radicalmente cambiata!

Noi di Sightsavers abbiamo incontrato gli studenti Benson, Divinah, Jacklyne e Shanice e ascoltato le loro riflessioni sul corso e le loro speranze per il futuro.

Istruzione

Sightsavers promuove un'istruzione inclusiva e di qualità, offrendo a tutti i bambini la possibilità di andare a scuola.

Scopri di più
Benson (a destra) adora lavorare con gli strumenti tecnologici ricevuti a scuola.

Benson: “Ho migliorato la mia vita”

Laureato in insegnamento alla Kenyatta University, Benson ha lottato per trovare un lavoro a causa della sua disabilità visiva e sperava che la Bridge Academy avrebbe aumentato le sue possibilità di trovare un lavoro.

Una delle cose preferite di Benson del corso è quanto sia pratico. “Prima del corso, immaginavo solo che aspetto avesse il router o uno switch”, dice. “Ma quando è arrivata l’attrezzatura, mi sono divertito perché anche se non riesco a vederli, posso toccarli”.

Sapere come funziona l’attrezzatura non solo ha aumentato la fiducia di Benson, ma gli ha permesso di raccontare agli altri le sue conoscenze. “Quando racconto che sono a scuola a studiare i computer, vogliono sapere come una persona che non può vedere possa navigare sulla tastiera”, dice. A questo, risponde con sicurezza: “Conosco ogni tasto della tastiera”.

Guardando al futuro, Benson afferma: “Mi vedo come una grande persona. Ho migliorato la mia vita”. Ha grandi sogni per la sua carriera e spera che il suo stage presso Safaricom porti a un lavoro permanente.

L'aspetto del corso che Divinah preferisce è la possibilità di incontrare e imparare insieme agli altri studenti.

Divinah: “Ho imparato a interagire con diversi tipi di disabilità”

Divinah è entusiasta di poter studiare insieme ad altri giovani con disabilità, cosa resa possibile grazie alla posizione dell’accademia all’interno del National Industrial Training Authority di Nairobi. Infatti, sono state apportate modifiche per garantire l’accessibilità dell’edificio: sono state aggiunte rampe all’aula e alla sala da pranzo ed è stato adattato il bagno. Inoltre, sono stati messi a disposizione degli interpreti per gli studenti con disabilità sensoriali. Mentre studiavano insieme, loro hanno potuto imparare gli uni dagli altri e ascoltare le esperienze di altre persone con disabilità.

Divinah dice: “Ho imparato a interagire con questi diversi tipi di disabilità, che era uno dei miei sogni quando ero giovane. L’esperienza è stata fantastica: interagire tra loro e apprendere nuove abilità”.

Divinah spera di utilizzare le sue nuove abilità nel lavoro dei suoi sogni come analista dati e ha anche in programma di avviare una azienda tutta sua. Ma non ha solo imparato a conoscere il mondo informatico e i computer. “Questo progetto ha rafforzato le mie capacità, mi ha dato nuove competenze e mi ha anche aiutato a crearmi un rete di amicizie” afferma. Le sue capacità di networking saranno utili quando realizzerà il suo sogno di “essere una delle top model in Kenya che convive con la disabilità”. Come ha detto all’inizio del corso, l’obiettivo finale è quello di “ispirare tutti là fuori, che abbiano una disabilità oppure no”.

Il corso

Il corso della Bridge Academy è un adattamento della formazione IT di CISCO ed è stato reso più accessibile per le persone con disabilità. Per gli studenti non è necessaria un'istruzione formale: l'unico requisito è la passione per il lavoro e un'attitudine per l'informatica. L'accademia è stata recentemente premiata ai Be the Bridge Awards della Cisco Networking Academy.

Jacklyne vuole che la sua famiglia sia orgogliosa di lei.

Jacklyne: “Mi vedono come qualcuno che li aiuterà, un’ispirazione nella loro vita”

L’amore di Jacklyne per i computer l’ha portata a unirsi alla Bridge Academy. “Questo programma ha davvero cambiato la mia vita”, dice. “Ero una madre single ed è stato difficile a causa della mia disabilità”.

Ma dopo aver studiato all’accademia, la prospettiva di Jacklyne è completamente cambiata. Quando le viene chiesto di descrivere la sua vita in tre parole, dice: “Vivere il mio sogno! Ora sono più fiduciosa perché so che avrò un lavoro. E potrò educare mio figlio”.

Le abilità informatiche pratiche che ha appreso all’accademia sono state utili anche nella sua vita familiare. Ora conosciuta come “l’ingegnere” della famiglia, Jacklyne è stata persino in grado di usare le sue nuove conoscenze per riparare la TV di suo padre. Ci racconta com’è cambiata la percezione che la sua famiglia ha di lei. “I miei fratelli e i miei genitori ora mi vedono come qualcuno che li possa aiutare, un’ispirazione nella loro vita”, dice. Ora guarda al futuro e aspira a diventare un ingegnere, ma principalmente sta “cercando di rendere orgogliosi i miei genitori e di rendere migliore il futuro di mio figlio”. È grata ai donatori che hanno reso possibile la Bridge Academy. “Li ringrazio di cuore”, dice, “e grazie per aver cambiato la mia vita. Grazie a tutte le persone. Spero che possano continuare ad aiutare sempre più persone con disabilità”. Il suo ultimo desiderio è “incontrare chi mi ha aiutata e dare loro il cinque”. Speriamo che anche questo desiderio possa avverarsi.

Shanice (a destra) spera di poter usare la tecnologia per migliorare la vita delle persone.

Shanice: “L’istruzione è la chiave del successo”

La Bridge Academy è stata progettata pensando all’occupabilità e molte aziende keniote hanno collaborato con l’accademia per formare gli studenti affinchè siamo pronti per entrare nel mondo del lavoro. Dopo la laurea, gli studenti inizieranno il loro tirocinio presso la Safaricom e Shanice, uno degli studenti, non vede l’ora di lavorare presso la più grande azienda di telecomunicazioni del Kenya.

Durante il suo tirocinio, Shanice spera di ampliare le sue competenze. “Mi aspetto davvero di acquisire alcune abilità da Safaricom” ci racconta. Spera di impressionare il suo nuovo capo e ottenere un lavoro a tempo indeterminato presso l’azienda. “Con un lavoro, posso facilmente mantenermi. L’istruzione è la chiave del vero successo”.

Shanice crede che la tecnologia sia la chiave per la crescita del Kenya e vuole usare le sue conoscenze informatiche per aiutare le persone con disabilità, in particolare donne e ragazze. “Se avrò successo, mi piacerebbe davvero aiutare altre ragazze che vivono con una disabilità”, dice. “Vorrei che sapessero che possono farcela da sole”.

Oltre al suo obiettivo di diventare l’amministratore delegato della sua stessa azienda, Shanice ha in programma di assumere donne con disabilità e diventare una sostenitrice dell’istruzione femminile. Shanice è estremamente grata ai donatori della Bridge Academy. “Grazie perché ci avete reso uguali agli altri. Ora siamo validi”.

Vuole anche trovare il tempo in futuro per dare potere ad altre persone con disabilità. “Voglio costruire qualcosa che aiuti le persone che vivono con una disabilità. Voglio dare loro gli strumenti per sopravvivere e poi darò loro l’esperienza necessaria per gestire un’impresa. In breve, voglio istruire le persone con disabilità a essere indipendenti. Questo è un sogno che si avvera e ringrazio davvero Sightsavers per tutto. Vorrei anche ringraziare tutti i nostri donatori e i nostri sostenitori, perché senza di voi non ce l’avremmo fatta”.

Scopri di più sull'educazione inclusiva

Educazione Inclusiva
Sightsavers Reports

Il mio sogno è eliminare il tracoma per sempre

Il Dottor Maurice Abony è un oculista qualificato e ci aiuta ogni giorno nella battaglia per eliminare il tracoma per sempre in Kenya.

Sightsavers Reports

La storia di James

James è il vostro uomo sul campo, impegnato a informare le comunità sui modi per prendersi cura della propria igiene e prevenire le infezioni.

Sightsavers Reports

La storia di Noutene

Grazie a voi Noutene può frequentare una scuola che la supporta in tutti i bisogni che una bambina albina ipovedente può avere.