DONA ORA

Riprendono le visite per il tracoma in Burkina Faso

gennaio 2021
A man has his temperature checked before participating in a Tropical Data trachoma survey.

Più di 20.000 persone in Burkina Faso verranno sottoposte ad una visita agli occhi per identificare i casi di tracoma avanzato (trichiasi), dopo che i programmi sulle malattie tropicali neglette sono stati sospesi a causa della pandemia di Covid-19.

La ripresa delle visite aiuterà a capire dove è necessario e più urgente intervenire e dove invece non sarà più necessario. I risultati potrebbero mostrare quanto la pandemia abbia ostacolato il lavoro per l’eliminazione delle malattie tropicali neglette e inoltre aiuteranno ad evidenziare quali ulteriori azioni potrebbero essere necessarie d’ora in avanti.

Quando il Covid-19 è arrivato anche nel continente africano, nell’aprile del 2020, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha suggerito la sospensione di tutti i programmi di lotta alle malattie tropicali negelette. Il Burkina Faso ha continuato a lavorare duramente con tutti i suoi partner per creare uno strumento di valutazione (noto come RAMA) per garantire che si riducesse il rischio di diffusione del Coronavirus e che fosse possibile riprendere il prima possibile la lotta al tracoma e alle altre malattie.

Prima che le visite agli occhi potessero riprendere, gli operatori sanitari impegnati nelle comunità sono stati formati sulle misure di prevenzione al Covid-19 e sono state fornite loro mascherine, visiere e un termometro elettronico. Inoltre il kit già in dotazione prima della pandemia fornisce gel igienizzante per le mani da utilizzare tra una visita e l’altra.

La dottoressa Emma Harding-Esch, che è a capo del programma Tropical Data, ha affermato che ora più che mai è importante riprendere le visite nelle comunità. “La ripresa delle visite è un passo fondamentale nella valutazione dei progressi nella lotta per eliminare il tracoma come problema di salute pubblica” ci ha raccontato. “Possono aiutare a determinare l’impatto che hanno avuto le interruzioni negli interventi sulle malattie tropicali neglette e informare su cosa fare per limitarne le conseguenze.” Il lavoro  in Burkina Faso aprirà la strada ad altri paesi per riavviare tutte le attività di lotta al tracoma e altre malattie che l’arrivo del coronavirus ha dovuto sospendere.

Mamma Sanata porta sulla schiena la sua bambina.

La storia di Sanata

Sanata è una giovane mamma del Burkina Faso che vive nel terrore di perdere per sempre la vista a causa della cecità dei fiumi.

Leggi di più

La tua donazione può salvare un bambino dalla cecità

DONA ADESSO
sightsavers_news

Fermare il tracoma per sempre, insieme

Con la Sierra Leone sono 50 i paesi dove effettuiamo rilevazioni che riguardano le malattie che causano la cecità, compreso il tracoma.

febbraio 2022
sightsavers_news

Camerun, volontari in sicurezza contro il Covid-19

Nell'agosto 2021, Sightsavers si è impegnata nella vaccinazione dei volontari contro il Covid-19, durante un corso sulla somministrazione di farmaci contro la cecità dei fiumi in quattro distretti del Camerun.

febbraio 2022
Un bambino prende una medicina da una volontaria.
sightsavers_news

L'OCCITANE en Provence in prima linea nella lotta contro la cecità dei fiumi

Con i suoi cofanetti natalizi, L'OCCITANE contribuirà alla distribuzione dei medicinali contro la cecità dei fiumi a tanti bambini, mamme e papà in Mali.

dicembre 2021