DONA ORA
Sightsavers Reports

Un giorno nella vita di Gladys

La dottoressa Glady sorride.

La Dottoressa Gladys Atto è l’unica oculista nella regione di Karamoja in Uganda. La sua è una vita di sacrificio, ma anche di grandi soddisfazioni che la motivano ad andare avanti sempre con entusiasmo e positività.

Ed è soprattutto merito di voi donatori se oggi lei salva dalla cecità centinaia di bambini, mamme e papà ogni giorno. “Ho iniziato la mia formazione in oftalmologia nel 2015 grazie ad una borsa di studio sostenuta da Sightsavers e successivamente ho lavorato nei loro progetti. Collaboro in un Programma Inclusivo per la salute degli occhi che mira a migliorare l’accesso alle cure oculistiche per le persone con disabilità e per chi ha difficoltà ad accedere ai servizi sanitari”, ci racconta Gladys con un sorriso riconoscente.

La giornata di Gladys è lunghissima, piena di impegni e responsabilità. Si alza all’alba e appena arriva in ospedale inizia a visitare i suoi pazienti. “Come responsabile mi occupo dei pazienti in condizioni difficili. I nostri medici visitano circa 50 pazienti ogni giorno e prenotano per loro se necessario l’intervento di cataratta. Operiamo una media di 10-12 pazienti ogni giorno”.

La dottoressa Gladys all'opera.

"Molto deve essere ancora fatto per migliorare la cura degli occhi"

Sono tanti per un’unica chirurga oftalmica, ma ancora pochi rispetto ad un paese che ha un altissimo numero di persone colpite dalla cataratta. Racconta ancora Gladys: “In Uganda la cataratta non curata è la principale causa di cecità e rappresenta il 43,8% di tutti i casi. Molto deve essere ancora fatto per migliorare la cura degli occhi e facciamo affidamento sulla grande generosità dei donatori.

Se Sightsavers non mi avesse fornito i microscopi e tutto ciò che uso per la chirurgia e per la diagnosi… avrei molte difficoltà a fare il mio lavoro”. Questa frase della nostra dottoressa ci fa capire quanto siete importanti tutti voi donatori e quanto sia assolutamente necessaria la vostra presenza e la vostra costanza nell’aiutare chi, come lei, salva la vista di decine di persone ogni giorno.

Un lavoro che Gladys affronta con grande serietà e scrupolo, come lei stessa racconta: “Alla fine della giornata cerco di capire come migliorare il mio lavoro. A volte, durante gli interventi le cose non vanno sempre bene. E allora mi chiedo, cos’ho fatto di sbagliato? Ho fatto del mio meglio? I miei colleghi dicono che sono maniaca del lavoro perché penso sempre a questo! Sono il tipo di persona che ama lavorare”.

Gladys sorride insieme ad una sua paziente.

Gladys ha più che mai bisogno di voi e del vostro grande cuore.

In più Gladys, come responsabile dell’intera area oculistica della regione, deve occuparsi anche degli altri centri clinici. “Il mio lavoro comporta molte responsabilità e molto impegno perché supervisiono l’intero servizio oculistico nella regione. Karamoja ha una popolazione di circa 1,2 milioni di persone e il bacino di utenza è di circa 2 milioni. Ciò significa che, nonostante il mio lavoro qui, devo anche assicurarmi che le altre strutture sanitarie più piccole funzionino bene. Devo supportare, supervisionare e migliorare loro capacità”.

Per questo Gladys ha più che mai bisogno di voi e del vostro grande cuore. “Ho bisogno di supporto, molto supporto. In ospedale dovremmo essere almeno in due: dovrei avere una persona più anziana che mi faccia da mentore, ma ora sono sola”.
Nonostante questa situazione difficile Gladys rimane fiduciosa e convinta che le cose, grazie al vostro aiuto, non potranno che migliorare. E il suo pensiero va a voi che tanto avete fatto per lei e ancora farete.

“Sono davvero orgogliosa del lavoro che sto facendo e piena di gratitudine per tutti coloro che supportano questo programma”. Continuate ad aiutare Gladys a salvare la vista e la vita di chi soffre e rischia di diventare cieco.

Aiuta Gladys nella sua lotta contro la cecità

DONA ADESSO

A Natale regalami la vista!

Mehnu ha solo 5 anni e ha la cataratta. Lui ha urgente bisogno di essere operato o perderà la vista per sempre. A Natale tu puoi aiutarlo e salvarlo dalla cecità!

Obri piange disperata per il dolore causato dal tracoma.

Ferma le mie lacrime!

I piccoli Obri e Sirizai non conoscono tregua dal tracoma e la loro situazione è disperata perchè rischiano di perdere la vista. Il loro futuro è nelle tue mani, aiutali ora!

Shahadeb, prigioniero della cataratta

Shahadeb rischia di perdere la vista a causa della cataratta e ha bisogno del tuo aiuto per non diventare cieco. Aiutalo a tornare vedere i colori del mondo!