DONA ORA

“Qui otteniamo il giusto aiuto di cui abbiamo bisogno”

Il progetto Diritto alla Salute è pensato per rimuovere le barriere che devono affrontare le persone transgender quando hanno bisogno di cure per la salute degli occhi, e non solo.

A large group of transgender women pose for a photo.

Fare del mondo un posto migliore in cui tutte le persone possano accedere ai servizi sanitari essenziali: è questo che voi donatori rendete possibile ogni giorno con la vostra generosità e il vostro sostegno.

Un sostegno che in Pakistan e Bangladesh coinvolge anche le comunità transgender con il progetto Diritto alla Salute. Il programma è pensato per rimuovere le barriere che devono affrontare le persone di queste comunità quando hanno bisogno delle cure per la salute degli occhi, ma non solo. Il progetto mira a raggiungere le comunità emarginate che non possono accedere ai servizi sanitari a causa di discriminazioni o del loro basso reddito.

Per raggiungerle Sightsavers, grazie al vostro aiuto, ha lavorato per creare con loro un rapporto di fiducia e di vicinanza. Tutto questo era essenziale poiché molte persone transgender ci raccontavano di non essere state trattate in modo equo quando avevano bisogno di cure e così hanno trascurato la propria salute.

Guarda il video qui sotto e scopri il nostro lavoro in un campo visite in Pakistan.

Salute degli occhi inclusiva

Il nostro obiettivo è garantire che tutto il lavoro che facciamo sulla salute degli occhi sia sostenibile, accessibile e pianificato tenendo presenti differenze di genere e disabilità.

Scopri di più

“Le persone transgender non vanno negli ospedali, né governativi né privati, perché vengono prese in giro”, ha affermato Rabi, presidente della comunità transgender di Quetta, in Pakistan.

Una volta stabilita una relazione con le comunità, Sightsavers ha organizzato campi visite in cui le persone transgender potevano accedere a servizi sanitari inclusivi senza subire discriminazioni.

Qui le pazienti sono state visitate e hanno potuto ottenere gratuitamente le visite oculistiche, il controllo del livello dello zucchero nel sangue, della pressione sanguigna e oculare e ricevere il vaccino per il COVID-19.

La formazione degli operatori sanitari è stato un altro elemento chiave del progetto. Dopo la visita le pazienti venivano spesso indirizzate agli ospedali locali per il trattamento e quindi era essenziale che tutte le partecipanti si sentissero le benvenute.

In Bangladesh ci hanno riportato che: “Sebbene il governo ci riconosca, le persone non ci rispettano. Ma il Marium Eye Hospital ci dà la possibilità di essere a nostro agio… tutto il personale è stato molto disponibile e ci ha fornito un’assistenza adeguata. Quando andiamo in altri ospedali per altri problemi fisici, non riusciamo a ottenere il dovuto rispetto. Ma qui non sentiamo che ci siano ostacoli e otteniamo il giusto aiuto di cui abbiamo bisogno”.

“Al Marium Eye Hospital non incontriamo alcun ostacolo.”

Bristy si fa visitare in un campo visita in Kurigram, Bangladesh. © Sightsavers/Reza Shahriar Rahman.

Anche in Pakistan i racconti sono molto simili: “Tutti i servizi dell’ospedale sono stati molto utili. Non abbiamo dovuto aspettare a lungo. Era un modo veloce per consultare i medici ed essere trattate bene. Ci hanno offerto tè e cibo e sono state fornite le medicine. Il personale dell’ospedale è stato molto cordiale. Tutto il personale di supporto, comprese le guardie, i paramedici e i medici sono stati molto gentili con noi”.

Oltre al nostro lavoro con le comunità transgender, il progetto Diritto alla Salute si impegna affinché i soggetti più deboli ed emarginati possano ricevere le cure per gli occhi senza dover affrontare barriere o discriminazioni.

Ecco perché voi donatori siete indispensabili. Voi create un mondo migliore.

“ Tutto il personale di supporto, comprese guardie, paramedici e medici, è stato molto gentile con noi.”

Scopri di più sul nostro lavoro

Salute degli occhi inclusiva
Julius, un volontario sorridente

La storia di Julius

Julius Mutuku Musau fa parte della comunità di Rongai e lavora come volontario che distribuisce le medicine per curare il tracoma a chi ne ha bisogno.

victor sorride durante una sessione di distribuzione dei medicinali

Victor, il vostro uomo sul campo

Victor è uno dei nostri fantastici volontari che distribuisce medicinali nella comunità di Bono, in Liberia, e ci racconta perchè ama tanto il suo lavoro.

Il viaggio per eliminare il tracoma in Gambia

Il Gambia ha sconfitto il tracoma per sempre! Abbiamo incontrato alcuni protagonisti di questo incredibile risultato: scopri cosa ci hanno raccontato.